martedì, gennaio 10, 2006

La morte del sè


La consapevolezza della Verità si ha con la LUCE, un vedere senza la mente che significa morire a se stessi in modo reale.

La nostra morte fisica cosa comporta?

Il non aver più un corpo che si traduce nel fatto che la nostra storia terrena ha termine ed il nostro sè cessa di esistere.

Possiamo far cessare la vita del nostro sè senza far cessare del tutto la nostra storia terrena?

Riflettiamo prima di rispondere, cosa è la morte del sè?

Annullare il nostro passato ed il nostro futuro poichè entrambi sono illusioni mentali.

L'unica realtà è vivere al presente, adesso!

Quindi possiamo far cessare la vita del nostro sè anche se ciò non avviene in un solo episodio come accade per la morte del corpo, ma è fatta di tanti momenti che interrompono il consolidamento della potenza del sè.

La morte del sè è anche perdere la nostra finta identità, legata al passato ed ai desideri futuri, per ritrovare quella vera.

Un pò come vivrebbe uno che ha perso la memoria e che è costretto a vivere solo nel presente.

Per far ciò bisogna, sulla base di una trasformazione interiore che continua (attraverso l'autoconoscenza) senza mai fermarsi,
esercitarsi a diventare l' "IO SONO" vivendo la realtà che non abbiamo mai vissuto prima e che mai più vivremo allo stesso modo.

esercizi:

ripetere più volte:

Io sono.......adesso
io sono ciò che non sono mai stato e non desidero essere in alcun modo ciò che adesso non sono!

Io sono....... adesso
non sono più ciò che ero prima
non desidero essere ciò che non sono già adesso

Io vivo...... adesso
io non vivo adesso in alcun modo ciò che ho vissuto prima
io non vivrò in alcun modo ciò che non posso vivere già adesso

Io percepisco....... adesso
io non percepisco adesso ciò che ho già percepito prima
io non percepirò ciò che non posso percepire già adesso

Io ho consapevolezza....... adesso
io non ho consapevolezza adesso di ciò che è stato prima ma di quello che accade ora
io non avrò consapevolezza domani di ciò che non ho consapevolezza già adesso

riflessione:
Tutto si compie adesso, se non percepiamo l'adesso dipende dal fatto che non abbiamo la nostra attenzione rivolta pienamente al presente!

E' adesso che debbo amare, se non lo faccio non è perchè adesso non sono in grado di farlo, perchè se così fosse, non sarò in grado neanche domani, dopodomani e cosi via...., ma perchè non voglio farlo.

La verità è che la mia mente non vuole (la mente non può amare),
allora per amare debbo, adesso, portarmi al di là della mia mente ed essere anima (spirito) vivente, poichè questa vive amando e può farlo solo se ho la consapevolezza di vivere nel presente in quanto lo spirito non vive nel tempo!


Nessun commento: